giovedì 4 febbraio 2021

Ripuliamo l'Ignoranza

Si trovano spesso, specialmente sulle pagine internet dei social network, lamentele circa lo stato di sporcizia in cui versano le strade del paese a causa dell’abbandono indiscriminato di rifiuti e delle deiezioni canine. Tanti denunciano e protestano, le pubbliche amministrazioni fanno quello che possono – ben poco, in genere – e i controlli latitano. Ma soprattutto latita la buona educazione di tanti cittadini.

Così negli ultimi tempi alcuni giovani hanno deciso di ‘tirar su le maniche’, armarsi di scope, pinze, guanti e sacchi neri e dedicare una parte del loro tempo libero a ripulire i marciapiedi e i bordi delle vie, a iniziare da quelle di maggior frequentazione, raccogliendo e differenziando la sporcizia per poi conferirla alla discarica comunale.

L’iniziativa è parta da due ventenni, Sara Spinazzola e Virginia Zanardi, che dicono: “Siamo circondati da immondizia, e non ci rendiamo conto che siamo noi che dobbiamo vivere in questo mondo che stiamo distruggendo”. Per cui, sotto lo slogan ‘Ripuliamo l’ignoranza’, hanno dato avvio alla campagna di raccolta, richiamando subito attorno a sé un buon gruppo di coetanei che nei giorni scorsi è stato possibile vedere all’opera, nonostante le condizioni meteorologiche poco clementi. Hanno evidentemente intenzione di continuare, nella speranza che il messaggio arrivi, forte e chiaro, agli ‘ignoranti’ di turno.



Nessun commento: