Copyright

Le informazioni e le notizie pubblicate in questo sito sono a disposizione di chiunque e liberamente riproducibili. In tale caso si prega però di volerne gentilmente citare la fonte.
Grazie.

domenica 13 luglio 2008

Notizie casalesi - 13 luglio 2008

 TERMINA IL GREST

Giunge al termine l’avventura di Estate Ragazzi 2008, organizzata dalle parrocchie di Casale, Montebuglio e Ramate con il sostegno dell’amministrazione comunale e della comunità montana Strona e Basso Toce.

La festa di chiusura si terrà venerdì 18 luglio, alle 21 preso il cortile delle scuole elementari di Ramate.

FESTA DELLA MADONNA DI POMPEI

Si terrà nel fine settimana la giornata dell’ammalato, in concomitanza con la festa della Madonna di Pompei, alla chiesa dei santi Carlo Borromeo e Bernardo d’Aosta.

Sabato 19 luglio, alle 18, la Messa con l’amministrazione dell’Unzione degli infermi. Domenica 20 Messa alle 11 e rosario con Benedizione eucaristica alle 15,30.

In concomitanza con le funzioni e a sostegno delle opere parrocchiali sarà organizzata la consueta fiera del dolce, cui tutti i ‘pasticceri dilettanti’ della comunità sono invitati a partecipare.

CASALESTATE

Domenica 20 luglio, alle 21 presso le scuole elementari di Ramate, spettacolo di danze tradizionali dal Burkina Faso, in collaborazione con l’associazione culturale Kolon Kandya e con l’amministrazione comunale di Cesara.

Si ricorda che in caso di maltempo lo spettacolo si terrà al centro culturale Il Cerro, sempre a Ramate.

CAMBIO DELLA GUARDIA?

La notizia sta passando di bocca in bocca da giorni, pur senza essere ufficializzata: don Enrico Manzini, parroco di San Giorgio in Casale Corte Cerro sarebbe sul punto di essere trasferito alla parrocchia di Preglia, nel comune di Crevoladossola. Si tratterebbe dell’ultima conseguenza dell’affaire riguardante i tre sacerdoti recentemente allontanati dalle rispettive comunità in seguito alla loro scelta di passare alla celebrazione della Messa con il solo rito tridentino, in lingua latina.

Forte è lo sconcerto nella comunità casalese dove don Enrico, qui insediato nel settembre del 1999, ha saputo farsi ben volere non solo dai cattolici praticanti, ma dall’intera collettività che gli riconosce la capacità di interloquire con chiunque e il merito di aver intrapreso tutta una serie di iniziative – prima fra tutte la realizzazione del nuovo oratorio – a favore soprattutto dei più piccoli tra i suoi componenti.

La notizia non è ancora ufficialmente confermata, ma contatti informali tra le autorità civili e la curia vescovile la danno praticamente per certa. Il trasloco dovrebbe avvenire alla fine dell’estate. Notevoli perplessità vengono espresse un po’ da chiunque circa il modo di agire dei vertici diocesani, che avrebbero preso una simile decisione senza preoccuparsi di consultare la comunità parrocchiale. In particolare è forte la preoccupazione per il prosieguo delle attività in cantiere; ci si chiede infatti cosa ne sarebbe delle innumerevoli iniziative avviate, anche di recente, se la nomina di un nuovo parroco dovesse richiedere tempi lunghi, come per altro già accaduto nel 1998, dopo la scomparsa di don Renato Beltrami.

Nessun commento: