lunedì 17 aprile 2017

Notizie casalesi - 16 aprile 2017

E’ ANCORA SAN GIORGIO
Riprenderanno il 28 di aprile, dopo alcuni giorni di pausa, le manifestazioni per la patronale di San Giorgio. In programma, alle 19, l’inaugurazione de La Corte del Vino, manifestazione di enologia, presso il cortile della casa parrocchiale, in via Roma; le degustazioni, sotto la guida di esperti del settore, avverranno ogni sera dalle 19 alle 24 fino la 1 maggio, domenica 30 anche durante la giornata. Alle 20 invece la partenza della camminata non competitiva per le strade del paese, in ricordo di Fiorenzo Ranghino che per anni è stato una delle ‘anime’ della festa.
Domenica 30 è in programma ‘Casale in festa… pro Burundi’, mercatino benefico, organizzato in collaborazione con la Pro Loco casalese, a favore della missione di don Massimo Minazzi. A partire dalle 11 sarà possibile accedere alle bancarelle e godere di proposte di street food e di animazione nelle vie del centro.
Chiusura ufficiale lunedì 1 maggio, alle 21, con il concerto del gruppo musicale Pietro Mascagni e l’estrazione della lotteria di San Giorgio, ma sono già in programma due ‘code’: domenica 7 maggio con il Raggio d’Argento di Girolago, organizzato da Ecomuseo Cusius in collaborazione con l’Amministrazione comunale, e domenica 14 con la terza edizione del Vesparaduno di Casale Corte Cerro.
Ricordiamo che per l’intero periodo dei festeggiamenti funzionerà il tendone enogastronomico e che ogni sera si terranno momenti di intrattenimento musicale.

I ‘SEGNI’ DI GIORGIO RAVA IN LATTERIA
Verrà inaugurata sabato 22 aprile, alle 17, presso la sala multimediale del museo Latteria Consorziale Turnaria di Casale Corte Cerro, la mostra personale che, sotto il titolo ‘Segni’, Giorgio Rava dedica a immagini e simboli che da un passato antichissimo attraversano i millenni e riemergono con straordinaria freschezza, fissati sulla materia mediante tecniche che ripercorrono idealmente le tappe dell'evoluzione culturale dell'umanità. L'incisione della pietra si combina così all'uso sapiente del metallo, che imprime e riproduce a stampa su carta antiche simbologie. Ed ecco apparire un mondo di animali, pascoli, antichi saperi della montagna, un luogo sacro, al confine con la dimora degli spiriti, dove ogni sorgente, sasso o rivo aveva un nome e un nume tutelare. Un mondo che riprende vita davanti ai nostri occhi troppo spesso incapaci di vedere la magia della natura che ci circonda. E ci ricorda che ha radici antiche l'albero che estende nel futuro i suoi rami.
Giorgio Rava è nato a Omegna nel 1948. Diploma di Perito Agrario e laurea alla facoltà di Magistero preludono alla sua carriera di insegnante di Materie Letterarie, sino al 2005, presso l’istituto Dalla Chiesa di Omegna.
Ha una formazione artistica da autodidatta e la sua attività inizia nei primi anni ottanta; dal 1984 espone in numerose mostre personali e collettive. Come grafico creativo ha collaborato con le ditte Alessi, Bialetti, Irmel, Lagostina ed è illustratore e ideatore di numerosi manifesti, locandine
e loghi realizzati per enti pubblici e privati.
Narratore e un po’ poeta, ha vinto il primo premio nella sezione dialettale al Concorso 2006 indetto da L’isola dei Poeti del Lago Maggiore. È collaboratore delle più conosciute riviste del territorio, ama cucinare e reinventare ricette di una cucina che definisce anarchica.
Sue alcune opere di interesse pubblico quali La Luna nella piazza di Crusinallo, la stele dedicata a Pippo Coppo, comandante Partigiano e primo sindaco di Omegna dopo la Liberazione, e il Monumento alla Donna nella Resistenza posto di fronte alla Casa della Resistenza a Fondotoce.

RICORDO DELLA LIBERAZIONE
Il settantaduesimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo verrà celebrato dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con la sezione Anpi del Cusio, martedì 25 aprile, alle 10, con la Messa in suffragio dei caduti presso il cimitero e la successiva commemorazione ufficiale al parco delle Rimembranze. Prenderanno parte alla cerimonia il gruppo musicale Pietro Mascagni e gli allievi delle scuole casalesi, che porteranno alcune loro riflessioni sul tema della giornata. Al termine della mattinata il circolo Arci e la Società Operaia di Mutuo Soccorso offriranno l’aperitivo ai presenti.
Lunedì 24 aprile è previsto un prologo, alle 17,30 presso la sala consiliare del municipio. Gli studenti delle locali scuole medie presenteranno ‘La Resistenza presentata dai ragazzi’, proponendo i risultati delle ricerche storiche svolte durante l’anno scolastico. Ingresso libero.

LUTTO
All’età di 91 anni è scomparso Cesare Moretti. Originario di Mergozzo, dove svolse sempre la sua attività di imprenditore nel settore lapideo, abitò a Casale per lunghi anni insieme alla moglie, l’indimenticata maestra Rosina Scaiola. Insieme presero parte attivamente alla vita sociale e culturale del paese, animando e lavorando da volontari a numerose iniziative.
A parenti e amici le più sentite condoglianze della redazione e dell’intera comunità.


Nessun commento: