domenica 9 febbraio 2020

Notizie casalesi - 9 febbraio 2020


STORIE SUL TAPPETO
Il prossimo appuntamento con le Storie sul Tappeto - proposte dalla biblioteca civica Ca dij Libär dlä Cort Cèrä ai suoi utenti più giovani – si terrà mercoledì 19 febbraio, alle 17,15 presso la sede di piazza della Chiesa.
Anche questa volta i volontari leggeranno – e interpreteranno - per loro tante nuove, fantastiche fiabe per lanciarsi insieme sulle ali della fantasia.

IL CIRCOLO DI MONTEBUGLIO CERCA UN NUOVO BANCONIERE
Il circolo Arci Concordia di Montebuglio cerca un nuovo banconiere che gestisca la somministrazione di alimenti e bevande prendendo in affitto locale di mescita completamente arredato. Gli interessati sono pregati di inviare al più presto domanda e curricolo all’indirizzo mail circolomontebuglio@gmail.com o al recapito postale di via Fratelli Grandi numero 3.

PERICOLO D’INCENDIO
L’amministrazione comunale comunica che, stante il prolungato periodo di siccità, la Regione Piemonte ha dichiarato lo stato di massima pericolosità per incendi boschivi, con il conseguente totale divieto di accendere fuochi all’aperto in luoghi che si trovino a meno di cento metri dalle zone boscate.

LUTTI
Sono recentemente mancati Paolo Gioria, 63 anni di Ramate, Maria Giuditta Indrizzi Clemente, 86 anni di Casale centro e
Dario Gaspari, 81 anni anch’egli di Casale.
A parenti e amici le più sentite condoglianze della redazione.


Omegna
STUDENTI PER L’AMBIENTE
Si presuppone, in genere, che gli allievi degli istituti professionali si interessino soltanto agli argomenti strettamente legati al lavoro cui si vanno preparando, che siano impermeabili ai temi culturali generali e a quelli legati al loro essere cittadini a tutto tondo. A smentire tale diceria ci hanno pensato recentemente gli studenti dell’istituto Carlo Alberto Dalla Chiesa, classe quarta del corso Manutentori di Autoveicoli. Appassionatisi alle tematiche ambientali dopo aver affrontato lo studio di alcuni autori della grande letteratura italiana, in particolare Giuseppe Parini e la sua ode alla Salubrità dell’Aria, e spronati dalla docente di Lettre, professoressa Melissa Scrudato, hanno chiesto di dedicare alcune ore di lezione alla conoscenza del territorio in cui vivono, quello del Cusio, e ai problemi di salvaguardia dell’ambiente in generale e del lago d’Orta in particolare.
In loro aiuto si è mosso innanzitutto Ecomuseo Cusius del Lago d’Orta e Mottarone che, attraverso l’intervento del presidente emerito Massimo M. Bonini – che è anche docente della medesima scuola – ha organizzato una conferenza per illustrare brevemente la storia dell’industrializzazione del bacino. I ragazzi hanno così potuto scoprire come il lago, un tempo particolarmente pescoso, abbia subito durante la maggior parte del ventesimo secolo, un forte inquinamento che lo aveva portato alla perdita quasi totale del suo patrimonio ittico. Sono stati poi raccontati l’intervento di recupero – il liming – condotto all’inizio degli anni ’90 sotto la supervisione dei ricercatori dell’Istituto per lo Studio degli Ecosistemi acquatici CNR di Pallanza, gli spettacolari risultati ottenuti e il lavoro di monitoraggio e reintroduzione delle specie scomparse tutt’ora in corso.
I giovani hanno quindi pensato di verificare le attività in corso chiedendo un colloquio con l’assessore all’ambiente del comune di Omegna, Mattia Corbetta. L’incontro si è svolto mercoledì 5 febbraio in municipio.
Stato delle spiagge, analisi nelle aree balneabili, conquista della Bandiera Blu per la spiaggia della Boschina di Bagnella sono stati i principali temi trattati. Si è inoltre parlato della possibilità di introdurre piccoli progetti di pesca commerciale in virtù dei risultati del progetto di reinserimento di specie ittiche autoctone, che sembra si stiano finalmente riproducendo. Infine, Corbetta ha sottolineato l’importanza di coinvolgere le nuove generazioni nella cura del lago.
Nuove iniziative sono allo studio da parte della classe, che nel frattempo si premurerà di informare, e possibilmente coinvolgere, tutti i compagni di scuola attraverso lo strumento del giornalino scolastico che viene regolarmente pubblicato sul sito internet dell’istituto.



Nessun commento: