sabato 19 novembre 2016

Notizie casalesi - 20 novembre 2016

VIDEOCONCERTO AL CENTRO CULTURALE IL CERRO
Sabato 26 novembre l’associazione Ohana Una Vita a Colori, di Omegna, proporrà in un video concerto la storia di speranza e luce di Anna e Gianluca e di una bambina speciale, Lucy.
Lo spettacolo, patrocinato dall’Amministrazione comunale di Casale Corte Cerro, si terrà presso il centro culturale Il Cerro di Ramate, con inizio alle 17. Seguirà un rinfresco.

A TEATRO IN LATTERIA
Domenica 4 dicembre, alle 16, ultimo appuntamento con la rassegna Domeniche a Teatro organizzata dall’assessorato comunale alla Cultura. Presso la sala multimediale del museo Latteria Consorziale Turnaria, a Casale centro, andrà in scena Storie a Colori, letture sceniche a cura di Bobo Nigrone, Claudia Appiano e Giulia Rabozzi ispirate a fiabe tradizionali quali Cappuccetto Rosso o Hansel e Gretel e adatte a famiglie e bambini a partire dai tre anni.
Ingresso libero.

CENTRO CULTURALE ‘IL CERRO’
LE PRECISAZIONI DELL’AMMINISTRAZIONE
Infuriano sulle pagine dei social network le polemiche circa i danni verificatisi alle strutture del centro culturale Il Cerro di Ramate e il sindaco, Grazia Richetti ha voluto manifestare pubblicamente il punto di vista dell’Amministrazione comunale, proprietaria dell’edificio.
“Parlare di stato di degrado ci sembra fuori luogo: l’interno dell’edificio è perfettamente in ordine e funzionante, come sa chi frequenta il luogo partecipando alle iniziative che vi vengono organizzate con una certa regolarità. Purtroppo le pareti esterne sono rivestite da pannelli soggetti a facili rotture, causate in genere da qualche pallonata o da atti vandalici. Tali pannelli non sono di facile reperibilità e molto costosi. I preventivi per la loro sostituzione sono stati accantonati per un ‘banale’ motivo: si è guastato l’impianto di riscaldamento nell’edificio scolastico del Motto, come molte famiglie casalesi sanno. E’ stato quindi necessario un intervento urgente e particolarmente complicato, considerata l’età dell’edificio, e un secondo seguirà durante le vacanze natalizie. Si è dovuto quindi investire le risorse dei casalesi in questo senso: amministrare significa compiere delle scelte.
Inoltre ci sembra doveroso ricordare che l’amministrazione Pizzi - e poi Richetti - ha ereditato Il Cerro dalla passata amministrazione Maggiola, con tutti i difetti costruttivi più volte evidenziati: i pannelli fragili, la barriera architettonica dovuta alla scala interna, un pavimento in legno molto delicato, la mancanza di quinte e di servizi al palcoscenico, un impianto di riscaldamento decisamente mal progettato, un portone d’ingresso pesante e inadatto. Il teatro fu inaugurato in periodo di campagna elettorale, in fretta e furia, ma era una scatola vuota. Mancavano le sedie per il pubblico, l’arredamento, luci ed altre attrezzature di palcoscenico. Così si è dovuto terminarlo investendo ulteriori, ingenti risorse, tanto che ancora oggi si pagano più di 20 mila euro all’anno per un mutuo contratto da altre amministrazioni.
Nonostante ciò, Il Cerro viene utilizzato di frequente ed è spesso richiesto anche da associazioni o enti di altri paesi. Questo mese di novembre, ad esempio, vedrà alternarsi almeno quattro iniziative diverse; un discreto numero per un comune delle nostre dimensioni.
E’ giocoforza, purtroppo, tenere chiusa la struttura nei mesi invernali, perché le scelte costruttive infelici hanno avuto come risultato un impianto di riscaldamento inefficiente e dispendioso. Andrebbe sostituito completamente, ma con quali risorse? Un altro mutuo? Le priorità sono altre.
L’aspetto di questa vicenda che invece ci preoccupa di più sono gli atti di vandalismo che si sono verificati in maniera più o meno evidente anche in altri punti del nostro territorio. Se sarà possibile indentificare i responsabili di questi atti – compito affidato alle forze dell’ordine - sarà ovviamente richiesto loro di ripagare i danni. Ma la risposta deve essere anche più profonda, di tipo educativo e preventivo, e per la quale auspichiamo la collaborazione delle famiglie, della scuola, dei gruppi e delle associazioni che sono impegnate nella crescita dei giovani. Anche in questo senso sarebbe necessario reperire delle risorse per finanziare una campagna educativa ‘di strada’, come quella che anni fa era stata promossa grazie ai finanziamenti relativi alle politiche giovanili.
Ci sono poi molti altri aspetti dell’amministrazione sui quali sarebbe interessante un confronto, ma si continua purtroppo a preferire la polemica, che non contribuisce certo alla migliore soluzione dei problemi.”

INCONTRI COMUNITARI DI AVVENTO
Anche quest’anno, durante il periodo di Avvento, le parrocchie casalesi organizzano alcuni incontri formativi a cui sono invitati tutti i fedeli.
Giovedì 24 novembre, alle 21, presso la chiesa di Casale sarà presente don Adriano Miazza, coordinatore dell’Unità Pastorale Missionaria di Gravellona, per parlarci di questa nuova realtà che sta nascendo in adempimento alle decisioni del Sinodo diocesano.
Giovedì 15 dicembre, alle ore 21, presso la chiesa di Ramate don Gianmario Lanfranchini, Vicario episcopale del Vicariato dei Laghi, illustrerà invece le nuove funzioni del Consiglio Pastorale. 

Nessun commento: