martedì 17 gennaio 2012

Un nuovo libro di Marco Travaglini



Venerdì 20 Gennaio 2012 – ore 18.00 - Libreria UBIK OMEGNA (Via Manzoni 18)
Giorgio Rava presenta “L’OROLOGIO CONTESO” l’ultimo libro di Marco Travaglini

Il volume raccoglie quattro racconti dove la poesia dei luoghi si mescola con le storie di uomini e animali che, a detta dell’autore, possono andar bene per tutte le età, dai sei ai 99 anni”. In questa nuova pubblicazione Travaglini, dopo i recenti racconti ambientati sui due laghi che cingono il Mottarone ( “Quando la notte si mangia le stelle” e “La curva dei persici” ), torna ad un genere che l’aveva già visto protagonista con “Il mostro del lago”, cioè le storie che vedono protagonisti gli animali. Se in precedenza erano i pesci del lago d’Orta e il simpatico parente della più famosa “Nessie”, il mostro del lago scozzese di Loch Ness, ora - ad animare le storie – sono un cucciolo di cane, tenero come un batuffolo e dal nome impegnativo di Dàntes, che fa palpitare il cuore di una ragazza e una sfida a calcio tra topi e gatti, come nelle migliori tradizioni della loro infinita competizione, che si svolge in prossimità del confine svizzero. Nei dintorni del lago, invece, è ambientata la storia che dà il titolo al libro, con una gazza come protagonista.Infine, le vicende di cinque strani personaggi che , scansando ricci e volpi, salgono nei boschi verso la sommità del Mottarone, in una notte di luna piena, con una lunga scala a pioli. A far chè? Ad acchiappare la luna.
…“Ci sono in ogni scritto quelle sottilissime presenze di “nouances”, a volte inavvertibili, proprie della gente di lago che sì è pronta all’arguta battuta, all’alzata del calice, allo scherzo a volte velenoso, ma si sanno perdere poi dietro a un sogno, all’emozione di un tramonto o di una luna piena, a quello “spleen” che ha da sempre caratterizzato i puri di cuore”…dalla presentazione di Giorgio Rava (pittore,poeta e scrittore)

…“Travaglini ci riporta nel mondo della piccola provincia e con affetto ed ironia disegna personaggi e storie che, con altri nomi e in altri luoghi, chi oggi ha passato una certa età ha conosciuto e sente rievocare con nostalgia. Andrea Vitali, che è considerato come un figlio di Piero Chiara, adesso ha un cugino”. da Internet Bookshop Italia

Nessun commento: