sabato 3 settembre 2011

Succedeva 100 anni fa

L’autunno del 1911 fu particolarmente laborioso per gli amministratori comunali di Casale Corte Cerro. Era in discussione la richiesta dei frazionisti di Ressega, Santa Maria, Pedemonte, Paesello e Baraggia di staccarsi dal territorio per ridare vita al comune di Gravellona Toce, che già aveva avuto effimera esistenza – alcuni decenni – nel corso del XVII secolo.
Lunghe e minuziose furono le discussioni che portarono a tracciare il nuovo confine appena oltre il termine del piano alluvionale del Toce, cercando di salvaguardare al massimo le singole proprietà, tanto da arrivare a una linea dall’andamento quantomeno curioso.
L’accordo venne alfine raggiunto con delibera del consiglio comunale in data 26 novembre e ratificato dalla Legge n. 1293 del 12 dicembre 1912.
Cento anni fa si divideva in due parti quello che allora era considerato un grande comune – 2700 abitanti al censimento di quello stesso anno – per favorire una maggior vicinanza dell’istituzione a coloro che abitavano la zona più popolosa, ma anche più distante dal capoluogo. Oggi…

Nessun commento: