domenica 21 settembre 2014

Notizie casalesi - 21 settembre 2014

LA MADONNA DELLA MERCEDE ALLA CEREDA
Meroledì 24 settembre celebrazioni per la Vergine della Mercede all’oratorio della Cereda, con le Messe per gli ammalati e la processione con l’effige della Madonna per le vie della fazione.

OKTOBERFEST ALLA CASALESE
La Pro Loco di Casale Corte Cerro - recentemente entrata a far parte dell’UNPLI, Unione delle Pro Loco Italiane – propone per i giorni 3, 4 e 5 ottobre la prima edizione dell’Oktober Fest. Ogni sera, presso il tendone delle feste, a Montebuglio, birra, cucina tipica bavarese e buona musica.

SONDAGGIO TRA GLI ANZIANI
L’associazione per la Promozione dell’Anziano è alla ricerca di informazioni aggiornate circa le esigenze dei residenti ultrasessantenni al fine di ottimizzare l’offerta di servizi per i prossimi mesi.
A tal fine propone la compilazione, entro fine ottobre e in forma anonima, di un breve questionario. I moduli, reperibili presso le chiese parrocchiali, potranno essere riconsegnati nei medesimi punti o ai volontari dell’associazione.

--- O ---

CARITAS CASALESE: QUANDO FARE RETE E' PREMIANTE
Si e' concluso di recente uno dei progetti che la Caritas di Casale Corte Cerro aveva promosso nella primavera scorsa, avente la doppia finalità di far guadagnare qualcosa a persone disoccupate e di impegnare soggetti a rischio di emarginazione. Fondamentale la collaborazione della cooperativa sociale La Prateria di Domodossola, che ha fornito il luogo di lavoro e l'assistenza tecnica, il Consorzio dei Servizi Socio Assistenziali del Cusio, con un importante impegno economico, e gli uffici giudiziari di Verbania e Novara, che hanno dato il permesso ad un soggetto in detenzione domiciliare, di poter essere nuovamente attivo, almeno per la durata del progetto. L'idea era di sostenere la persona in difficoltà rendendola attiva e non continuando a finanziarla con continue erogazioni assistenziali, tranne che in caso di gravi emergenze.
A febbraio il bel gesto del gruppo Pellegrini per la Pace di Omegna, che ha donato un carico di alimenti da destinare ai poveri della parrocchia. Nel marzo scorso, per l'intervento su un caso famigliare di grave indigenza, si erano attivate le Caritas di Casale, Ornavasso e Baveno e la parrocchia della famiglia.
Negli ultimi giorni si è provveduto a far operare agli occhi una persona indigente, senza fissa dimora e a grave rischio di cecità e un altro soggetto, anch'esso senza fissa dimora, è stato fatto ospitare, per un breve periodo, dai missionari Comboniani di Gozzano.
In conclusione, solo se si cammina uniti, con l'indispensabile supporto della preghiera e alla luce del Vangelo di nostro Signore, si possono raggiungere gli obiettivi necessari al bene comune.
GS


Nessun commento: