martedì 22 agosto 2017

Notizie casalesi - 22 agosto 2017

ALMANACCO CASALESE
Alcuni mesi or sono, attraverso il museo della Latteria Consorziale di Casale Corte Cerro era stata lanciata l’idea di realizzare una pubblicazione che parli di questo paese e del suo territorio in tutti i suoi aspetti. La formula dovrebbe essere quella dell’almanacco annuale, quindi una raccolta di articoli a tema libero – purché legati al paese – da pubblicare a scadenza annuale, in occasione delle festività natalizie.
Alcune persone hanno già dato la loro disponibilità a partecipare al progetto, ma l’invito è aperto a tutti coloro che volessero collaborare con testi o immagini. Entro domenica 3 settembre è richiesta conferma della partecipazione e indicazione del titolo e dell’argomento dell’articolo ed entro domenica 24 settembre la consegna dei materiali che dovranno pervenire in formato elettronico all’indirizzo email latteriamuseocasalecc@gmail.com. Per informazioni ci si può rivolgere al recapito telefonico 334 246 0473, anche tramite i servizi Whatsapp o Telegram.
La pubblicazione verrà realizzata se si raccoglieranno sufficienti materiali, ma in ogni caso si troverà il modo di divulgare i pezzi prodotti.

PREOCCUPAZIONE PER LA PERMANENZA DI PADRE JOSEPH
Una certa preoccupazione aleggia tra i componenti delle tre componenti parrocchiali casalesi. Il coadiutore, padre Joseph Irudaya Raj è tornato in India - nella sua città di Madurai, stato del Tamil Nadu – per far visita ai parenti; rientrerà in Italia tra alcune settimane, ma si è sparsa la notizia che il padre Provinciale del suo Ordine di appartenenza, quello dei Carmelitani Scalzi, stia meditando l’opportunità di trasferirlo ad altro incarico vista la solida preparazione acquisita al fianco del parroco di Casale, don Pietro Segato.
La decisione verrà presa in accordo con i vertici della diocesi di Novara e le comunità locali, come sempre, saranno informate solo in seguito.
E ai casalesi non resta che sperare in un aiuto ‘dall’Alto’…

--   oOo   --



Celebrata domenica 20 agosto la festa degli alpigiani alla Minarola, 1500 metri circa, l’alpeggio più alto del monte Cerano.



Nessun commento: