sabato 17 ottobre 2015

Notizie casalesi - 18 ottobre 2015

LE NUOVE PRIORE
Con l’approssimarsi della festa copatronale della Madonna delle Figlie, che si celebrerà domenica 15 novembre, il parroco di San Giorgio, don Pietro Segato, ha provveduto a nominare la nuova Priora per l’anno 2015 – 2016 nella persona della signora Silvana Rivetti Calderoni, di Casale centro. Ad assisterla, nelle vesti di Vicepriora, sarà la signorina Valentina Tosi, della Cereda. Il loro primo impegno consisterà nell’organizzare la questua delle Cercone, che si svolgerà sabato 7 novembre.
Le nuove Priore sostituiranno le uscenti, Carla Tedeschi Lagostina e Cristina Agnesina, cui va il più sentito ringraziamento della comunità parrocchiale per l’impegno profuso.
Con l’occasione si ricorda che durante la festa di novembre si terrà la consueta mostra mercato dei lavori femminili, il cui ricavato andrà a sostenere i missionari locali. Chi volesse parteciparvi si può rivolgere alle curatrici, Elisa Albertini, Franca Melloni e Paola Nolli.

A SOSTEGNO DELLE SCUOLE
Domenica 25 ottobre, con inizio alle 14,30 si terrà una castagnata benefica organizzata dal comitato genitori delle scuole materne casalesi, presso l’oratorio Casa del Giovane, in via Nazioni Unite.

MOTEBUGLIO IN SUBBUGLIO
Andrà ‘in onda’ sabato 24 ottobre, a partire dalle 16, la seconda edizione di Montebuglio in Subbuglio, kermesse di artisti di strada che animerà la piccola frazione casalese con spettacoli circensi, trucca bimbi, sorprese e grande merenda.
L’organizzazione - a cura del circolo Arci Concordia di Montebuglio, con il patrocinio della sezione ANA Cusio Omegna – devolverà a sostegno della missione Amici di don Gianni di Pescador, Brasile.
Per informazioni si possono chiamare i numeri 335 607 6041 o 339 056 8352. In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a sabato 7 novembre con il medesimo programma.

Cusio
IN RICORDO DI FRANCO FORNARA
Ho conosciuto Franco - quand’ero poco più che bambino – quale amico di mio padre, accomunati dalla militanza politica nelle fila della Democrazia Cristiana e lo ricordo da allora come persona gioviale, sempre pronto alla battuta di spirito e ad ascoltare chiunque avesse qualcosa da raccontare.
Ci siamo poi incrociati in varie occasioni, lui sindaco di Pettenasco e presidente della provincia di Novara, mentre io muovevo i primi passi nel campo delle pubbliche amministrazioni. Abbiamo in particolare collaborato negli anni 1996 e 1997, quando provincia, comunità montana Cusio Mottarone e altri soggetti diedero vita al grande progetto dell’Ecomuseo del Lago d’Orta e del Mottarone, istituzione a cui fu sempre vicino con i suoi consigli e con il suo sostegno incondizionato.
Ma il ricordo più vivo di Franco va soprattutto agli anni recenti, all’impegno condiviso per la Stampa Diocesana per la quale lui lavorava, si può dire, da sempre e per cui assunse il gravoso incarico di caporedattore per le pagine dell’alto Cusio. Ricordo il suo entusiasmo, la sua dedizione, la sua capacità di consigliare e indirizzare i collaboratori senza mai imporre il proprio punto di vista. Ricordo quella frase che amava ripetere - “Sono un giornalista volontario e mai mi sognerei di svolgere tale lavoro a pagamento” – e che riassume, penso, l’essenza della sua vita: la dedizione allo spirito di comunità.
E’ stata una grande lezione, la sua, e di ciò non potremo che essergli per sempre grati.

                                 Massimo M. Bonini
                             presidente Ecomuseo Cusius
                         del Lago d’Orta e del Mottarone


Nessun commento: